Resoconto della riunione iscritti all'albo degli iscritti all'Albo Esperti in Analisi Sensoriale del Miele

Il 5 marzo scorso si è tenuta a Piacenza, in occasione dell’Apimell, nello spazio congressuale offerto dall’Associazione Agripiemonte Miele, un primo incontro tra assaggiatori iscritti all’Albo degli esperti in Analisi sensoriale del Miele.

L’incontro è stato stimolato e organizzato dai due rappresentanti degli iscritti all’Albo in seno al suo Comitato di gestione (Corrado Adamo e Marco Valentini) affinché l’assemblea, seppure in veste non ufficiale, potesse condensare in un documento da presentare ad una delle prossime riunioni del Comitato di gestione, le istanze più importanti, i suggerimenti per nuove iniziative e il potenziamento di quelle già esistenti. L’auspicio era anche quello che alcuni iscritti si candidassero alla carica di rappresentante degli iscritti, dato che il Comitato di gestione è in scadenza.

Tutti gli iscritti presenti (circa quaranta), hanno ringraziato gli organizzatori della giornata assembleare, auspicando di replicare anche in futuro tali incontri, molto utili per conoscersi e scambiarsi idee e proposte. La prima parte dell’Assemblea è stata occupata dalle esternazioni di tutte le lamentele degli iscritti rispetto all’operato dell’Albo che possono essere riassunte soprattutto in un difetto di comunicazione sia per le attività svolte che sulle decisioni prese dal comitato di gestione, che spesso non arrivano o lo fanno in ritardo. Sono emerse alcune proposte per risolvere questo difetto, tra le quali quella di utilizzare una ‘bacheca’ sul web (bacheca, forum, social network.. strumento da definire) come strumento ulteriore di comunicazione rispetto agli attuali oltre alla possibilità di individuare dei “referenti regionali”, così da facilitare la comunicazione anche a chi non ha accesso al web.

Alcuni riportano di esserci rimasti male quando hanno ricevuto la lettera di decadimento da iscritto all’Albo perché non era stata presentata la documentazione delle attività svolte, lamentando il fatto che “in passato non si era mai stati così fiscali”.

Poi si è parlato di questioni più inerenti l’Albo del futuro che secondo gli iscritti deve attribuire maggiore rilevanza agli iscritti stessi, che sono il vero valore dell’Albo grazie al loro assiduo lavoro a favore della promozione e valorizzazione del miele. Inoltre sarebbe auspicabile, secondo gli iscritti, cercare delle sinergie e delle alleanze con le associazioni che si occupano dell’analisi sensoriale di altri prodotti agroalimentari, per trovare nuovi motivi di combinazione tra cibi diversi e, quindi, anche di consumo di miele. In tal senso l’ Associazione AMI - Ambasciatori del Miele si propone come possibile interlocutore dell’Albo.

Gli attuali rappresentanti degli iscritti presso il Comitato di gestione dell’Albo hanno risposto che, naturalmente, era possibile migliorare la comunicazione tra Albo e iscritti che, però, questa non deve essere considerata a senso unico (dall’alto verso il basso) ma bidirezionale. In questo dovrebbe migliorare la situazione la predisposizione di un indirizzo e-mail che il CRA-Api ha messo a disposizione per le comunicazioni con gli iscritti gestito attualmente dalla Segreteria dell’Albo.

Per quanto riguarda la lettera di decadimento si è ribadito che questa era già stata preannunciata con una precedente lettera e che, semmai ci fosse stato un errore formale da parte dell’Ufficio Centrale dell’Albo, i contenuti della lettera chiarivano bene che l’iscritto era sempre in tempo a chiedere di essere riammesso presentando, seppure in ritardo, la documentazione necessaria.

Inoltre i rappresentanti hanno ribadito che in seno al Comitato di Gestione non esiste nessuna preclusione a lavorare in sinergia qualunque associazione (tra queste l’Associazione AMI) che si occupa di analisi sensoriale e di valorizzazione del prodotto miele. Si porta i presenti a conoscenza che è già iniziato un percorso di collaborazione con tutti gli organismi che si occupano di analisi sensoriale dei prodotti agroalimentari (in particolare GIA).

È stata anche l’occasione per ricordare che gli aderenti all’Albo sono iscritti e non soci in quanto l’Albo non è una associazione, con tutto quello che ne consegue, e che il disciplinare è disponibile nella sua nuova versione all’interno del sito internet del CRA-API.

Comunque tutte le esigenze e le istanze degli iscritti saranno trasmesse ai prossimi rappresentanti degli iscritti, chiedendo loro che siano inserite all’ordine del giorno delle prossime sedute del Comitato di gestione dell’Albo, per una opportuna discussione nel nuovo Comitato 2010-2012.

A tal proposito, al termine della riunione, è stato chiesto ai presenti chi fosse disponibile a ricoprire il ruolo di Rappresentanti degli iscritti per il prossimo mandato: Paolo Faccioli ha presentato la candidatura di Maurizio Ferriani, che lo aveva contattato nei giorni precedenti rendendosi disponibile; Dario Pozzolo presente in sala si è reso disponibile. (Rimane la delusione per la mancanza di una candidata donna, che nel mondo dell’analisi sensoriale sono numerose e molto preparate).

Comunque è bene ricordare che le nomine dei rappresentanti degli iscritti (come quelle di altre figure più tecniche) sono fatte, a norma di disciplinare, direttamente e in piena autonomia dal CRA-Api.

Marco Valentini e Corrado Adamo

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast