Attenzione: Diagnosticato in Calabria un focolaio di Aethina tumida

aethina tumida illustrazioneE' notizia di poche ora fa e ne da conto il sito del Cra-Api: è stato identificato in Calabria un focolaio di Aethina tumida, più precisamente nelle vicinanze del porto di Gioia Tauro in provincia di Reggio Calabria

Autore del ritrovamento e dell'identificazione del parassita è stato il prof. Vincenzo Palmeri, dell'Università di Reggio Calabria, che ha prontamente avvisato il Ministero della Salute ed il Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali affinché siano attivate le procedure necessarie per circoscrivere ed eradicare eventuali ulteriori altri focolai e impedire la diffusione del parassita sul territorio nazionale. 

L'evento è di estrema gravità e è importante innanzitutto che gli apicoltori che operano nelle vicinanze dell'area interessata visitino attentamente gli alveari per valutare la presenza del coleottero nei propri alveari. Nel qual caso è necessario avvisare, anche solo in caso di sospetto l'autorità veterinaria locale.

Leggi l'approfondimento

Nota del Ministero della salute

StampaEmail

Commenti   

+2 # Cassandra 2014-09-13 18:28
Ciao e grazie! Leggo su wikipedia :
Biological control through beneficial soil nematodes specific to the SHB is also effective.Nematodes are microscopic roundworms found living naturally in most soils. Many species of nematodes exist and each has a unique purpose in nature. Also they pose no threat to the environment and are exempt from registration and regulation by EPA and FDA.
Beneficial nematodes are used by applying them to the soil while suspended in water. They may be applied as a pressurized spray or simply poured from a watering can. Nematodes applied to soil burrow downward in search of insect pests. Once found, nematodes enter the body of the insect and release a powerful bacterium which quickly kills the pest. Released bacteria dissolve the internal tissues of the insect which becomes food for nematode growth and development. Matured nematodes then mate and lay eggs to produce more nematodes within the dead insect. Several such generations may occur over just a few days. After the inside of an insect is consumed, tiny infective stage nematodes leave the dead insect shell and begin searching for more pests. As many as 350,000 nematodes may emerge from a single dead insect after only 10-15 days. Numbers depend on insect size

Si possono trovare da qualche parte questi nematodi ?
Grazie
Cassandra
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast