Una ricerca francese dimostra che il 10% del miele presentato i concorsi di qualità è contaminato con antibiotici

Ci verrebbe da dire che tutto il mondo è paese. Una ricerca eseguita per conto del Centre d’études techniques de Moselle (CETAMA) e i cui risultati sono stati confermati da AFSSA, quasi il 10% dei mieli francesi presentati Concours Général Agricole del 2008 contenevano importanti residui di tetracicline. Lo afferma un articolo apparso sul nuovo numero revue de la Société des experts chimistes de France denunciando che 9 campioni su 100 analizzati presentavano residui di tetracicline superiori o uguali a 15 µg/kg. Gli autori concludono in modo inequivocabile: “Questo studio dimostra che il miele francese destinato al consumo può contenere residui di tetraciclina e dovrebbe essere ritirato dalla vendita”. (http://www.agriculture-environnement.fr/spip.php?article527).

Recenti controlli effettuati dai Nas, su ordine della Procura della Repubblica di Torino, hanno confermato che miele con antibiotico si può acquistare anche in Italia. Dall'indagine, però, non si evince ancora se il miele era di provenienza italiana o estera. Aspettiamo fiduciosi il completamento dell'iter giudiziario per saperne di più.

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast