Nuovo metodo per misurare la concentrazione di mercurio presente nel miele

Un metodo più rapido per individuare l’eventuale presenza di mercurio e misurarne la concentrazione nel miele. Questo il risultato ottenuto dai ricercatori del dipartimento di chimica della Universidad Nacional del Sur di Bahia Blanca, in Argentina. Se fino ad oggi erano necessarie 2 ore per ogni singolo campione, con questo nuovo metodo il tempo è stato ridotto a 16 minuti per campione. La capacità del mercurio di trasformarsi in mercurio organico (metilmercurio, in possesso di una tossicità maggiore del primo), e il suo accumulo nella catena alimentare, lo rendono un elemento prezioso al fine di valutare i rischi per la salute delle persone. Il mercurio può provenire da zone industriali e urbane (industrie, inceneritori, combustione a carbone nelle centrali elettriche e altre fonti), dal traffico di veicoli e dai pesticidi. Le api agiscono quindi da bioindicatori della contaminazione ambientale e trasferiscono il mercurio ai prodotti dell’alveare.

http://innovagro.wordpress.com/2013/01/17/desarrollan-sistema-mas-rapido-para-medir-concentracion-de-mercurio-en-miel/

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast