Due nuovi studi dedicati alle proprietà curative del miele di Manuka

 

Il miele di Manuka (Leptospermum scoparium) è ormai da tempo sotto i riflettori per le sue particolari proprietà curative e per il suo successo commerciale. Successo dovuto ad alcune ricerche scientifiche che hanno testato la sue capacità antibatteriche; queste indagini hanno aperto la strada ad ulteriori ricerche, un po' in tutto il mondo, su altri mieli che hanno le stesse caratteristiche. Malgrado sia accertato che altri mieli abbiano proprietà terapeutiche simili (esempio melata, castagno, eucalipto...) il miele di Manuka ha il vantaggio di essere stato il primo ad essere testato.

Di recente sono stati pubblicati i risultati di due studi - entrambi pubblicati dalla rivista Plos One- che ne studiano l’applicazione in due campi della medicina. Il primo riguarda la lotta ai tumori attraverso la somministrazione intravenosa di questo miele: è stata riconosciuta nelle cavie un’azione antiproliferativa nei confronti delle cellule tumorali che potrebbe portare ad un suo uso, in particolare nell’alleviare la tossicità indotta dalla chemioterapia. Il secondo si occupa del trattamento delle ferite e delle relative infezioni, riconoscendo al miele di Manuka (ma non a tutti i mieli di Manuka, è importante infatti che non sia stato eccessivamente lavorato) le migliori proprietà antibatteriche rispetto a quelle di altri mieli presi in esame.

http://apitherapy.blogspot.it/2013/02/intravenous-manuka-honey-inhibits-tumor.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed:+ApitherapyNews+%28Apitherapy+News%29

http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0055898

 

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast