Le api raccolgono il polline del riso, anche se OGM e favoriscono il passaggio dei geni modificati in piante non OGM

Agli albori delle colture OGM, i produttori, per cercare di sminuire le preoccupazioni della popolazione sull'uso massiccio di queste colture, cercavano di infondere tranquillità affermando che il polline transgenico è autosterile ed è impossibile la fuga di geni OGM dalle colture.

Una equipe di ricercatori cinesi e statunitensi ha studiato a fondo il fenomeno valutando in campo il rapporto tra colture GM di riso e insetti.

Il riso è una delle colture più importanti al mondo e sono state sviluppate diverse varietà transgeniche e molte stanno per essere approvate per la coltivazione. Studi precedenti suggeriscono che il rischio di fuga di geni GM è basso per questa coltura in quanto si  auto-impollina e la dispersione del polline col vento è limitata.

Poco, però, era dato sapere circa il trasporto del polline per mezzo degli insetti. I ricercatori, dopo uno screening di 2 anni eseguito in Cina, hanno identificato più di 510 specie di insetti che hanno visitato i fiori del riso. Le api, i sirfidi e numerose altre specie trasportano grandi quantità di polline. L'ape europea (Apis mellifera) ha visitato fiori di riso regolarmente con una attività di foraggiamento quotidiana e con il picco orario di visita tra le 12.00 e le 13.00.

Quindi hanno monitorato 20 colonie di api europee situate tra 100 e 1.000 metri dai campi di riso situati in un paesaggio agricolo misto ed hanno trovato api che trasportavano polline vitale ad almeno 500 metri di distanza dalla sorgente di polline di riso.

Nella loro ricerca l'equipe di scienziati  ha usato quattro linee di riso geneticamente modificato come donatori polline e le loro varietà parentali non geneticamente modificate, come destinatari del polline e l'ape europea come impollinatore in esperimenti eseguiti con gabbie da campo per valutare se le api aumentavano la frequenza del flusso genico nel riso. I risultati dello screening nel corso di un periodo di studio di 3 anni ha dimostrato che le api aumentano in modo significativo il passaggio di geni modificati da riso GM a riso non geneticamente modificato.

In sintesi, quindi, gli insetti mediano il flusso genico nelle piante del riso più di quanto precedentemente supposto e le api trasportano grandi quantità di polline vitale su lunghe distanze aumentando la frequenza del flusso di geni artificialmente modificati. Tutto questo dovrebbe essere preso in seria considerazione durante la valutazione del rischio ecologico causato dal flusso di geni modificati artificialmente anche in colture ad autoimpollinazione e /o anemofile.

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/1365-2664.12299/abstract

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast