I robot vanno a scuola dalle api per imparare a prendere decisioni condivise.

Vi sono delle occasioni in cui squadre di robot devono coordinarsi per concludere un lavoro senza che le differenti possibilità in gioco possano intralciare la decisione finale. Un po' quello che vediamo fare alle api quando lo sciame decide sul sito da utilizzare come nuova dimora (vedi). 

La ricerca che ha come scopo quello di insegnare ai sistemi robotici di auto organizzarsi e di adattarsi ai cambiamenti improvvisi dell’ambiente circostante è un lavoro congiunto dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Istc-Cnr) di Roma, dell’Institut de recherches interdisciplinaires et de développements en intelligence artificielle (Iridia) e la faculté de sciences de l’Université libre de Bruxelles ed è stata recentemente  pubblicata su PLOS ONE.

Cercando di replicare le condizioni che si hanno nello sciame - dove nessuna delle singole api ha la concezione complessiva dello sciame stesso e dove nessuno degli elementi ha un ruolo privilegiato rispetto agli altri - i ricercatori propongono un modello di progettazione di sistemi compiuterizzati in larga scala dove ogni robot ha la capacità, attraverso sofisticati algoritmi, di interagire con i propri simili. Il risultato è che i robot saranno organizzati come una squadra capace di comunicare vicendevolmente e operare in sinergia al fine di realizzare un obiettivo comune.

http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0140950#pone.0140950.ref022

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast