La Spettroscopia del vicino infrarosso può scoprire velocemente delle frodi.

Grafico della spettoscopiaUna interessante ricerca ungherese ha simulato la tipica frode per i mieli di acacia (Robinia pseudoacacia), ovvero l'addizione con sciroppo di mais ad alta concentrazione di fruttosio in varie percentuali per capire se l'analisi NIR (ovvero la Spettroscopia del vicino infrarosso) poteva facilmente evidenziare l'inganno.

La spettroscopia nel vicino infrarosso (NIR) si è già affermata per l'analisi qualitativa e quantitativa di alcuni alimenti. Infatti questa tecnica mostra alcuni vantaggi rispetto alle metodiche analitiche convenzionali perché è veloce (per l’acquisizione spettrale del campione sono necessari solo pochi minuti), non è distruttiva (il campione, dopo lettura spettroscopica, può essere riutilizzato), non è invasiva (nel senso che le radiazioni usate hanno contenuto energetico molto basso che non provoca un trasferimento di energia al campione sottoforma di calore) e inoltre non è necessario la preparazione del campione.

Il contenuto di sostanza secca nel miele difficilmente può essere usato come una tecnica rapida di monitoraggio della loro adulterazione con sciroppo di mais ad alta concentrazione di fruttosio, perché essa varia molto anche nei mieli artigianali di Robinia. Grazie alle informazioni della spettrometria NIR, testate in questo esperimento, possono essere messi a punto dei test analitici rapidi che rilevano velocemente delle sofisticazioni alimentari. I più precisi modelli NIR, ovvero che riescono a prevedere un livello di adulterazione con l'errore più basso, sono stati raggiunti entro l'intera gamma spettrale di 1300-1800 nm, contenente le bande di assorbimento dell'acqua e dei carboidrati. Utilizzando la tecnica NIR e aquaphotomics, è stato dimostrato che vi è una differenza ben descrivibile nella struttura molecolare dell'acqua nel miele robinia e negli sciroppi di mais ad alta concentrazione di fruttosio, in particolare nel loro grado di organizzazione che può dipendere, secondo gli scienziati, dalla ampia varietà di molecole disciolte nel sistema multicomponente del miele, mentre la matrice dello sciroppo di mais è molto più semplice. 

NIR detection of honey adulteration reveals differences in water spectral pattern.

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast