Glossario

Arnia: è l’abitazione delle api ovvero una cassetta di legno dove vengono collocate le api. È formata da un nido e da un melario (da dove gli apicoltori estraggono il miele per il proprio uso).

Colonia (o famiglia): è l’insieme delle tre caste di api (operaie, regina e fuchi).

Alveare: è il complesso arnia più colonia. È l’unità produttiva e, per molti, è il vero e proprio individuo o superorganismo.

Apiario: insieme di alveari.

Sciame: a primavera la vecchia regina, insieme a migliaia di operaie lasciano l’alveare per costituire una nuova colonia. Può essere considerato la progenie del superorganismo alveare, visto in precedenza.

Sciame (o nucleo) artificiale: è uno sciame prodotto artificialmente dall’apicoltore. Il commercio di api, per la maggior parte dei casi, avviene sotto forma di sciami artificiali.

Bottinatrici: sono le api che, dopo aver passato buona parte della loro vita a svolgere la loro attività all’interno dell’alveare, escono per raccogliere il nettare, polline, acqua e pro­poli.

Covata: il ciclo evolutivo dell’ape si svolge in questo modo: quando la celletta del favo è aperta voi potete trovare o un uovo o una larva. La celletta viene poi chiusa e la larva subisce la metamorfosi, si trasforma in pupa e quindi in adulto (l’ape) che sfarfalla.

Cella reale: sono le celle preposte all’allevamento delle api regine.

Foglio cereo: gli apicoltori, per velocizzare il lavoro delle api nella costruzione dei favi, in­troducono nell’alveare dei fogli di cera in cui sono impresse le cellette. Quando le api li hanno costruiti (in gergo si dice che “tirano” la cera) diventano favi.

Orfanità: quando in un alveare manca la regina, si dice che è orfano.

Malattie delle api: le vedremo meglio in seguito. Le più temute dagli apicoltori sono: la varroa (è un’acaro che ha invaso le api da miele un po’ di tutto il mondo), la peste americana, causata da un batterio e la covata calcificata, il cui agente patogeno è un fungo.

Regina marcata: per convenzione internazionale, l’età delle regine (che possono vivere anche quattro anni) si può dedurre dal colore (in tutto 5) impresso sul suo torace, che varia a seconda dell’anno di nascita: 1991 Bianco, 1992 Giallo, 1993 Rosso, 1994 Verde, 1995 Azzurro; poi si ricomincia col bianco e così via.

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast