Nuova Zelanda, il paese dove il vero oro giallo è il miele

Nuova Zelanda, il paese dove il vero oro giallo è il miele

A seguito della "follia" che ha colpito molti consumatori del mondo occidentale rispetto al consumo di miele di Manuka, la Nuova Zelanda si appresta ad avere più alveari che l'Australia o il Canada.

 

Da 250.000 alveari presenti allevati in Nuova Zelanda nel 2005 - cinque anni dopo che l'acaro Varroa ha fatto la sua entrata nel paese per la prima volta - nel 2016 si stanno avvicinando ai 750.000 aveari.

Se il prezzo del miele di Manuka rimarrà alto (il prezzo pagato al produttore varia dai 13 euro per un miele a 5+ ai 25 euro per un 15+) e il numero di alveari continuerà ad aumentare allo stesso ritmo, probabilmente presto si toccherà la cifra di più di un milione di alveari. Un dato in contro tendenza rispetto al resto del mondo dove malattie e parassiti, i cambiamenti climatici, lo stress nutrizionale, pesticidi e la moderna agricoltura stanno facendo diminuire il loro numero. La vicina Australia ha perso in 8 anni apicoltori e alveari, passando da 2.000 apicoltori che seguono più di 50 alveari a circa 1.400 apicoltori che seguono più di 50 alveari (pur non avendo problemi con la varroa).

Ed in Nuova Zelanda il settore si sta domandando se si potrà raggiungere il picco massimo di alveari. Per il momento gli apicoltori neo zelandesi si godono l'ubriacatura: il valore annuo delle esportazioni di miele della Nuova Zelanda nel 2015 - 80% dei quali era miele di manuka - pari a 281.000.000 dollari con un  aumento del 45%. La Nuova Zelanda sta davvero diventando la terra del latte e del miele - ma senza sapere ancora le possibili conseguenze di avere così tanti alveari nel territorio. Intanto comincia la deforestazione di alcune aree per la piantumazione di Manuka.

Per il momento la Nuova Zelanda sembra davvero un paese felice per gli apicoltori; infatti nel 2015  il Ministero of Primary Industries (MPI) e l'industria apistica hanno commissionato una prima indagine sulla salute delle api e la perdita di alveari del paese. I risultati, riportati nel marzo di quest'anno, segnalano una perdite di alveari ancora contenuta, intorno all'11%.

http://www.stuff.co.nz/

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast