Mappato il genoma del Nosema ceranae

Gli scienziati dell’Agricultural Research Service (ARS), hanno sequenziato il genoma del Nosema ceranae, uno degli agenti patogeni maggiormente sospettati essere una delle principali cause del calo demografico attuale delle api, denominata Colony Collapse Disorder (CCD) e lo hanno pubblicato sulla rivista “Plos Pathogens” (la ricerca è consultabile gratuitamente al sito:

http://www.plospathogens.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.ppat.1000466;jsessionid=877D9187777F8945892372986761E98A).

Il Nosema ceranae, infatti, sta rapidamente diventando uno degli agenti patogeni delle api occidentali più diffusi nel mondo e secondo molti autori è coinvolto nelle perdite di singole api, colonie, e popolazioni locali. Il Nosema ceranae si è apparentemente spostato dalla sua originale specie ospitante, Apis cerana, in popolazioni di Apis mellifera, e da allora si è dispersa nel mondo negli ultimi dieci anni con l'aiuto del commercio di api o dei loro prodotti. Il lavoro dei ricercatori statunitensi è un primo passo verso una migliore comprensione dei meccanismi e delle modalità di infezione del Nosema ceranae e, si spera, verso una eventuale attenuazione del suo parassitismo.

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast