Altri metodi di lotta biologica alla varroa - Il blocco della covata

Il blocco della covata4

Il blocco della covata viene considerata, e a ragione, da molti apicoltori una tecnica irrinunciabile per una efficace lotta contro la varroa.

Un recente studio (P. Fluri e A. Imdorf) ha inoltre dimostrato che l'asportazione della covata effettuato anche in tarda estate, non compromette assolutamente il buon esito della ripresa dell’attività primaverile degli alveari in quanto esiste un “meccanismo di compensazione” che permette la formazione nella colonia alla quale è stata tolta la covata, di api invernali sufficientemente longeve da assicurare lo svernamento.

La covata si blocca, spesso solo parzialmente, in varie occasioni durante l’anno: subito prima della sciamatura, in coincidenza a un copioso flusso nettarifero, in piena estate e, naturalmente, in inverno. In estate la temperatura esterna raggiunge valori troppo elevati ed i trattamenti potrebbero risultare pericolosi. In inverno, al contrario, sono le temperature troppo basse (inferiori a 10 °C) a sconsigliare l’uso di acaricidi in questo periodo; inoltre a stagione così inoltrata, le api possono essere già irrimediabilmente infestate.

La covata può essere bloccata facilmente con vari metodi: ingabbiando la regina per 21 giorni (24 se vi è covata di fuco) oppure aspettando lo stesso periodo di tempo tra il prelievo della vecchia e l’introduzione della nuova regina. Ma il metodo più semplice e di sicuro effetto, è l’asportazione totale dei telaini nei quali è presente la covata5, che poi potranno essere utilizzati, con le dovute cautele, per la preparazione di nuovi nuclei.

Mentre il sistema migliore per bloccare la covata è senza dubbio quello di invernare gli alveari in montagna per effettuare i trattamenti con acaricidi prima o dopo averle trasferite in pianura.

Un altro metodo di lotta integrata molto utilizzato è il confinamento della regina in una parte del nido o, per esempio, nel melario, in modo che la deposizione delle uova avvenga solo in una ristretta zona dell’alveare. Il confinamento della regina, che è possibile effettuare con varie metodiche (telaino Bozzi, escludiregina, ecc.), ha il pregio di bloccare la covata e, contemporaneamente di attirare buona parte delle varroe solo nella poca covata esistente.

4In questi ultimi anni si è ulteriormente affinata la tecnica del blocco della covata. Per maggiori ragguagli, puoi leggere il mio articolo sul tema.

5Ci sono voluti ben 21 anni ma ora l'asportazione totale della covata è diventata una delle tecniche di punta per ridurre l'infestazione della varroa, dato che riesce a sfruttare, dal punto di vista economico, la lotta all'acaro e la produzione di un nucleo artificiale. Per saperne di più puoi leggere questo articolo molto più recente.

Stampa

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast