Anche in Uruguay l’apicoltura è in forte emergenza

Dall’Uruguay giunge la notizia che anche in questo paese, nel settore apistico, c’è la stessa situazione di emergenza del resto del mondo. Qui la causa sembrerebbe essere la perdurante siccità, che ha avuto inizio nel dicembre 2006, seguita dal gelo del 2007, che ha portato una morte delle api superiore alle attese. Così il raccolto si è ridotto al 60% di quello previsto, ovvero solo 10 mila tonnellate. Il cattivo raccolto ha spinto il settore, che non è riuscito a coprire i costi di produzione al limite della redditività. Questa situazione si è aggravata durante l'inverno del 2008 perché, a causa della mancanza di riserve di miele e di polline, gli alveari si sono spopolati e molti sono morti.

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast