I Verdi della Nuova Zelanda chiedono al governo di seguire l’esempio dell’Unione Europea

I rappresentanti dei Verdi neozelandesi hanno esortato il Governo a seguire l’Unione Europea nella graduale eliminazione dei pesticidi che possono uccidere le api. “Questa azione ci proteggerebbe dalla grande moria di alveari che si è verificata in altre parti del mondo”, ha detto la signora Kedgley; e ha continuato: “in Nuova Zelanda ci sono almeno 32 pesticidi di uso corrente che sono potenziali killer delle api.

La Nuova Zelanda produce circa 10.500 tonnellate di miele l’anno e le esportazioni hanno un valore di circa 71 milioni di dollari. Il raccolto di miele della Nuova Zelanda nell’anno 2007/08 è stato stimato in 12.375 tonnellate, + 28% rispetto al 2006/07 quando gli apicoltori raccolsero 9.666 tonnellate. In Nuova Zelanda ci sono 2.675 apicoltori registrati che gestiscono 354.603 alveari; l’11% degli apicoltori hanno più di 250 arnie e allevano il 96 per cento degli alveari registrati. Ci sono, poi, 788 apicoltori amatoriali che gestiscono meno di 11 alveari a testa, mentre altri 470 apicoltori hanno tra 50 e 250 alveari.

La Nuova Zelanda, grazie alla domanda di api vive proveniente da ogni parte del mondo, è un grande esportatore di questi preziosi insetti per l’impollinazione delle orticole e delle colture agricole in genere. L’Associazione Nazionale degli Apicoltori CEO afferma che ogni anno vengono esportate circa 30.000 kg di api vive e i maggiori paesi importatori fanno parte dell’ emisfero nord. Il Canada è in testa in questa speciale classifica, seguita dagli Stati Uniti e Europa. Anche in Nuova Zelanda le api sono state duramente colpite dalla varroa che è entrato nel paese circa sette anni fa.

 

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast