Non tutto il miele di Manuka è così curativo...

Un miele che fino a qualche decennio fa, dice il professor Peter Molan dell'Università di Waikato in Nuova Zelanda, veniva buttato per via del suo sapore giudicato troppo intenso. Oggi se ne continuano a studiare le particolari proprietà curative (anti-batteriche e anti-infiammatorie) e il giro d'affari attorno a questo miele particolare sfiora i 100 milioni di dollari. Tuttavia le ricerche portate avanti da Molan evidenziano che i diversi tipi di miele di Manuka oggi in commercio, hannodiversi livelli di efficacia nel trattamento delle infezioni. Alcuni non ce l'hanno affatto, e Molan punta il dito contro il governo neozelandese, che avrebbe dovuto monitorare questa produzione e non affidarsi alle "buone intenzioni" dell'industria. La nazione che pare essersi indirizzata verso la creazione di standard e controlli qualitativi per la vendita del miele ad uso medicinale è invece la Cina.

 

http://waikato.academia.edu/PeterMolan/Papershttp://www.stuff.co.nz/waikato-times/news/8764343/Medicinal-manuka-not-all-equal-research

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast