UE: Acacia, Ailanto e Vespa velutina saranno nella stessa lista dei nemici?

Il Parlamento europeo ha approvato pochi giorni fa nuove misure per “impedire l'ingresso di nuove specie esotiche invasive e gestire in modo più efficace quelle già presenti”. Una vera lista associata al provvedimento non è stata ancora diramata, ma tra le specie presumibilmente compariranno almeno Robinia pseudoacacia e Ailanthus altissima, due piante dall'alto potenziale nettarifero, tant'è che dall'Ungheria il Ministero per lo sviluppo rurale ha già espresso la propria disapprovazione e rifiuto ad adempiere alle eventuali misure di controllo ed eradicazione di Robinia pseudoacacia, che rappresenta circa il 25% delle foreste e una risorsa insostituibile sia per l'industria del legname che per i quasi 20.000 apicoltori ungheresi, ai quali il Ministero rinnova il proprio supporto arrivando a definire l'acacia “patrimonio della nazione”, auspicandone anche una maggior diffusione e sostenendo che non è compito dell'Unione Europea stabilire quali alberi debbano crescere in Ungheria. E' comunque da sottolineare che se una lista ufficiale ancora non esiste, ancor meno è chiaro quali saranno le “specie prioritarie” sulle quali si concentreranno maggiormente misure e divieti europei. Curiosamente però, il sito ufficiale del Parlamento europeo ha scelto come immagine a commento dell'approvazione delle nuove misure quella di una Vespa velutina che divora un'ape (anche se la didascalia riporta “Vespa mandarina”...).

http://www.europarl.europa.eu/news/it/news-room/content/20140415STO44550/html/Specie-esotiche-invasive-I-danni-e-i-costi-sono-in-continua-crescita

 

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast