UE vuole limitare l’uso di pesticidi

Il Parlamento europeo ha approvato il 13 gennaio scorso una legge volta a limitare l'uso dei pesticidi, e che crea regole più rigide per la loro registrazione. L'accordo prevede l'adozione, da un lato, di un nuovo regolamento per la commercializzazione dei prodotti, approvato con 577 voti a favore, 61 contrari e 11 astensioni, e in secondo luogo, di un quadro di riferimento per l'uso sostenibile dei pesticidi, approvato con 624 voti a favore, 13 contrari e 10 astensioni, che si rifletterà nella produzione dei pesticidi. Ad esempio questi non possono più prevedere principi attivi potenzialmente cancerogeni o che possano essere dannosi per le api. Oppure, secondo le nuove norme, non possono essere utilizzati per via aerea vicino a luoghi pubblici come parchi, giardini o scuole. Si prevede, inoltre, la creazione di un elenco. Inoltre, la creazione di un elenco di sostanze attive per l'intera Unione europea, in modo che i pesticidi registrati possano essere registrati dalle autorità nazionali sulla base di tale rapporto. Queste nuove norme, secondo i dati forniti dalla Agenzia Chimica svedese, prevede la scomparsa di 22 sostanze presenti oggi sul mercato. Per evitare il ritiro di massa, la legge prevede, che ogni antiparassitario registrato a norma delle attuali leggi, resterà in vigore fino alla sua scadenza. Dopo l'approvazione da parte del Parlamento europeo, sarà necessario una ratifica formale da parte del Consiglio dei ministri dell'Unione europea e il paese membro avrà un periodo di due anni per la sua entrata in vigore.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast