I problemi dell'apicoltura italiana? Un concorso di miele!

Per fortuna avvengono, anche se non di rado, degli episodi che ti riconciliano con l’esistenza. Tu, che per tutta la vita ti sei arrovellato sul fatto che Iddio non ti ha concesso il dono della genialità, e sei quindi stato rigettato nel terribile caos in cui è immersa la maggioranza degli uomini banalmente normali, scopri che le persone alle quali riconosci una qualche capacità superiore di risolvere alcuni problemi, si fanno, anche loro, guidare dai peggiori sentimenti umani.Voi tutti sapete, immagino, che l’apicoltura italiana deve patire più di qualche preoccupazione (che peccato dover dissertare di questi temi su  una nobile rivista - Apitalia, nd.r. - altrimenti una semplice metafora che ha come complemento di luogo il più basso prodotto dell’attività alimentare dell’uomo sarebbe stata molto più diretta ed efficace) eppure qualcuno si azzuffa, udite udite, non per decidere se proporre al Ministro nuovi limiti dei residui di antibiotico nel miele (su questo tema, in Italia, non si azzuffa nessuno, l’accordo è pressoché unanime), non di chiedere agli allevatori di regine un’unità d’intenti sulla protezione della Ligustica (anche su questo l’accordo è pressoché unanime, ma sul suo affossamento), e neppure se mettere al bando le molecole di sintesi - magari illegali - nel trattamento della varroa. No, qualcuno si azzuffa per decidere se boicottare un novello concorso internazionale di miele, certificato da agricoltura biologica, sconsigliando i produttori aderenti, più o meno direttamente, di parteciparvi.Come faccio a saperlo? A quel concorso ero stato chiamato in qualità di assaggiatore di miele e mi ero accorto che, accanto alla gioia di avere, in un’unica stanza, le migliori produzioni provenienti da più parti del Mondo, e di condividerle con assaggiatori italiani e stranieri con i quali scambiare le proprie esperienze, aleggiava nell’aria un certo malumore. Come si vede nulla di tutto questo ha a che vedere con il benessere degli apicoltori; ma questa è l’apicoltura italiana o forse più semplicemente l’Italia. Come possiamo sperare di vedere, non dico risolti, ma semplicemente affrontati i grandi temi che si affacciano sul nostro futuro?

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Bioapi il portale di apicoltura biologica e naturale

Logo Bioapi

Bee Radio Podcast